GLI ARTISTI

ANDREA SAVAZZI

Nato a Casalmaggiore (CR) nel 1974, Andrea Savazzi ha conseguito il diploma di maturità in Arti Grafiche, presso l'Istituto d'Arte "P.Toschi" di Parma. Nel corso degli anni sviluppa una pittura radicata sullo studio delle tecniche pittoriche del passato. Attualmente vive a Martignana di Po (CR).

Ha tenuto alcune mostre personali: Galleria Studio Rossetti di Genova, Torrazzo Gonzaghesco di Commessaggio (MN), Palazzo Ducale di Sabbioneta (MN), Chiesa Castello di San Martino (MN), Spazio Mariconda di Mantova, sede Confartigianato di Parma, MuVi di Viadana (MN).

Molte mostre collettive, tra cui: Palazzo Reale di Milano, Bunker di Villa Caldogno (VI), Centro Candiani di Mestre, Villa Giordani Quinto di Treviso, Arte Genova Fiera, Margutta Home di Roma, Fortezza da Basso di Firenze, Ex lanificio Ferrarin di Thiene (VI), Galleria Studio Rossetti di Genova, Complesso Monumentale del Broletto di Novara, Palazzo Collegio Raffaello di Urbino, galleria Lazzaro di Milano, Casa del Mantegna di Mantova, Palazzo Ducale di Mantova, villa Bagatti Valsecchi di Varedo (MB), Chiostro della Madonna dell'Orto di Venezia, Casa dell'Architettura di Roma, Museo della Permanente di Milano.

Si segnalano inoltre alcuni premi: "Premio città di Quinto" al Venicelands Art Prize, Premio speciale della giuria EneganArt, 1° classificato alla XXIX Biennale d'Arte di Trivero (BI), 2° classificato al 16° Premio Arte Novara, 1° classificato al 29° premio Rivarolo Mantovano, opera premiata al Premio Marchionni, opera premiata a Expo Arte Italiana, 1° classificato al premio internazionale Gambino, premio sponsor AXA Italia al Talent Prize, due volte finalista al Premio Arte Mondadori, 2° classificato al Premio Cascella.

FEDERICO BASSI

Federico Bassi è nato nel 1977 a Mantova, città nella quale ha conseguito il diploma all'Istituto Statale d'Arte e dove vive e lavora. Nel tempo, ha accostato alla pittura esperienze come scenografo, attore, performer e, negli ultimi anni, come illustratore.
Nel 2012, infatti, inizia a lavorare al progetto OMINETTI, personaggi da lui creati che molto spesso, in chiave ironica, vengono accostati a dei giochi di parole, calembour.
Ad oggi, questi personaggi, sono entrati a far parte di collezioni private, protagonisti di numerose esposizioni, anche a livello nazionale e sono diventati "mascotte" di alcune aziende locali.

MARTA LONARDI

Marta nasce a Mantova nel 1993 e dopo il liceo artistico, si sposta in Finlandia per iniziare gli studi universitari di comunicazione e progettazione visiva ad Urbino, dove frequenta l'Isia. Inizia a lavorare nel campo dell'illustrazione per studi, associazioni e privati del territorio mantovano come Agape, Slow Food Mantova e Mantova Creativa. Studia alla scuola di specializzazione di Arte Terapia a Bologna, dove scopre e affina tecniche per dar vita alle immagini attraverso la relazione con l'Altro. Collabora con i reparti di neuropsichiatria infantile di Bologna per poi dedicarsi alla conduzione di atelier artistici presso la Cooperativa Bucaneve di Castel Goffredo.
Crede profondamente nella forza dell'arte: dal 2017 espone le sue opere personali in diverse mostre e gallerie e dal 2019 fa parte del Collettivo artistico LAN-DE-Sì, con il quale ha realizzato le scenografie e il video animato dello spettacolo per bambini "Tra (me) - Storie orfane in cerca di voce". Marta continua la sua ricerca artistica in un percorso personale ma anche sociale, collettivo, di scambi e relazioni.

CLAUDIA MELEGARI

Claudia Melegari si laurea in pittura all'Accademia delle Belle Arti di Milano, vive e lavora a Casatico di Marcaria. All'attivo ha numerose mostre personali e collettive. Di volta in volta sceglie le tecniche più affini ai progetti che sta sviluppando. La pittura rimane il mezzo che le consente di calarsi più in profondità: mentre una sfumatura può richiedere presenza e attenzione, in altri momenti la pittura attiva processi che sono fuori controllo. Il dipinto può pertanto diventare portatore di realtà trascendenti, indefinite, lontane da qualsiasi premeditazione. L'artista distilla i sogni in immagini, affidandosi a quel senso d'incertezza che le permette di sviluppare un'affinità con il senso delle cose. Affiora sulla tela un'insospettabile estraneità dal suo mondo che trasfigura le percezioni della vita ordinaria, volgendo lo sguardo oltre il visibile.

GIULIA FLAVIA BACZYNSKI

Giulia Flavia Baczynski nasce a Verona nel 1982 e si laurea in Architettura al Politecnico di Milano. Inizia il suo percorso fotografico durante gli anni universitari interessandosi alla rappresentazione dello spazio che l'uomo genera e nel quale vive. Nei primi anni della sua attività si occupa di fotografia di architettura per associazioni culturali, docenti universitari, studi di architettura e riviste. Approfondisce il concetto di spazio nelle sue varie declinazioni (da fenomeno concreto e tangibile a spazio concettuale), che diventa il nucleo della sua ricerca. Dal 2014 inizia ad intersecare la fotografia con la pratica del modello. Ha all'attivo numerose pubblicazioni e ha esposto in mostre collettive e personali in Italia e all'estero tra cui Fotografia Europea, Sifest, Festival di Fotografia Contemporanea di Gonzaga, Fotoleggendo, Premio Francesco Fabbri.

Ten è una delle azioni del progetto Creative Lab Reloaded ideato da Pantacon relativo alla proposta progettuale Coprogettazione di iniziative di animazione culturale, supporto alla creatività giovanile e gestione dello spazio Creative Lab Lunetta sostenuta da Comune di Mantova e Fondazione Cariplo.